Elettrosmog: sapere, capire, prevenire - 3° serata
Igiene elettrica e aspetti legali: come difendersi dall'assedio dei campi elettromagnetici

 

Sala Consigliare del Comune, Brugherio (MB), venerdì 12 dicembre 2014
Relatori: dott. Davide Toniolo, avv. Valeria Rossitto, Massimiliano Corraini, Sergio Crippa
Riassunto di: dott. Mauro Cortellini

Ultimo appuntamento del ciclo di incontri dedicati al tema dell’elettrosmog.

Apre le danze l’oncologo della Lampada di Aladino, il dott. Davide Toniolo, che conferma quanto riportato estensivamente in letteratura. I danni da esposizione a campi elettromagnetici non sono solo termici, ma anche biologici a lungo termine con una marcata influenza sullo sviluppo di tumori. Le onde elettromagnetiche provocano un abbassamento delle difese immunitarie, in particolare nei confronti delle NK cells (cellule Natural Killer) deputate ad attaccare le cellule mutate che potrebbero trasformarsi in pretumorali. Un calo dell’attività delle NK cells si traduce in una riduzione complessiva dei nostri “meccanismi di protezione”.

L’avvocato Valeria Rossitto allarga uno spiraglio nel quadro legislativo, che fino a pochi anni fa non tutelava il consumatore esposto a campi elettromagnetici. Recenti sentenze hanno invece salvaguardato i diritti dei cittadini vittime di elettrosmog, creando dei precedenti incoraggianti che potrebbero guidare anche alcuni processi dell’immediato futuro. La strada da percorrere è ancora lunga, ma proprio incontri a tema come quelle proposte a Brugherio sono la chiave per aumentare l’informazione di tutti, compresi gli addetti ai lavori.

Massimiliano Corraini dell’associazione “Sottocorno” di Sesto San Giovanni porta in sala un’esperienza personale, un risvolto pratico testimonianza di quanto l’elettrosmog sia nocivo. La via Sottocorno è percorsa da una serie di elettrodotti: facendo una ricerca, gli abitanti della via hanno scoperto una serie di tumori, con frequenza enormemente più alta della media. Da lì la costituzione di un’associazione che si informa, cerca di diffondere cultura e lotta per l’interramento delle linee di elettrodotti del paese.

Sergio Crippa è un elettrosensibile, che si è ammalato una decina di anni fa dopo un periodo di uso massiccio e continuato del telefono cellulare. L’igiene elettrica è da intendersi come tutte le pratiche che ci possono tutelare dal bombardamento dei campi elettromagnetici a cui siamo sottoposti ogni giorno. Sono sufficienti alcune piccole accortezze per abbassare la quota di elettrosmog a cui il nostro corpo deve far fronte. Evitare i letti in metallo, sostituire le lampadine a risparmio energetico con i più efficienti e salutari led, usare con moderazione gli apparecchi mobili (cellulari, tablet, telefono cordless), non dormire accanto a pc o telefonini.

La lista sarebbe molto lunga, per approfondire l’argomento rimandiamo al sito dell’Associazione Italiana Elettrosensibili www.elettrosensibili.it.

Il ciclo di incontri termina qui, ma il lavoro sulla diffusione della cultura in materia di elettrosmog non si esaurisce con queste serate. E’ prevista l’apertura di un tavolo di confronto con altre associazioni e con le amministrazioni del territorio. Molti altri Comuni, oltre a Brugherio, si stanno avvicinando all’argomento. I relatori delle serate sono stati invitati nei prossimi mesi in alcune città limitrofe, come Muggiò e Villasanta.

Alcune foto dell'evento:







 

 

   
www.lampada-aladino.it  
  EVENTI