LA STORIA DI MATTEO
Eccoci qua, dopo 8 anni, con Benedetto.
Io e Nora (per gli amici Dede) ci siamo sposati il 12 giugno 1999.
In quel periodo avevo appena terminato tre cicli di chemioterapia per curare una leucemia mieloide acuta, diagnosticata all’inizio dell’anno; di lì a poco avrei affrontato l’autotrapianto di midollo osseo.
A causa delle pesanti cure effettuate, i medici ci avevano preannunciato l’alta probabilità di una riduzione della fertilità, ipotesi successivamente confermata da analisi specifiche. All’inizio avevo dato un peso relativo a questo aspetto, mi sembrava un effetto collaterale non degno di nota; ero più concentrato sulla mia salute: desideravo guarire e ricominciare una vita normale.
Dopo qualche tempo, tuttavia, il problema è diventato più grande: io e Dede non riuscivamo ad immaginare un futuro senza figli, e il messaggio che, purtroppo, arriva in queste circostanze (“Sii contento di essere vivo!”) non è certo consolatorio.
Da allora non abbiamo smesso di cercare soluzioni e l’anno scorso, al ritorno dalle ferie estive, abbiamo avuto la sorpresa più bella ed inaspettata: Dede era in attesa di un bambino!

Oggi sono guarito, e il 21 marzo 2007 è nato Benedetto.
E per il futuro, magari, chissà…

www.lampada-aladino.it