Presentazione 10a edizione calendario pazienti

 

Nel 2015 La Lampada di Aladino onlus compirà 15 anni di vita, il calendario che racchiude le storie dei malati oncologici arriverà invece alla propria decima edizione. Il calendario 2015 presenta una grossa novità: accanto alle storie personali dei malati, sono raccontate anche le storie dei famigliari che li hanno supportati nel difficile percorso.

Per l’occasione sono state stampate oltre 5000 copie, che verranno inviate in tutti le strutture di cura oncologica d’Italia. 300 copie aggiuntive saranno invece dedicate alla città di Brugherio, con una copertina speciale e commemorativa che ritrae la città innevata, opera dell’indimenticabile Gianni Ribo. Sono disponibili presso la sede della Lampada, offerta libera.

NOVITA’ 2015
La serata è stata occasione per presentare uno dei nuovi progetti, che ha preso il via nello scorso mese di ottobre. Si tratta di “Essere sempre donna” e ha l’obiettivo di supportare la donna nella sua complessità, come persona che si trova ad affrontare l’evento traumatico della malattia e delle cure oncologiche. Il progetto, cofinanziato dall’associazione e dalla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza, si articola in 3 fasi che comprendono la cura del proprio aspetto fisico, la gestione degli effetti collaterali delle terapie e il recupero della sessualità.

SVOLGIMENTO DELLA SERATA
La serata ha visto alternarsi sul palco diversi protagonisti della nuova e delle passate edizioni, che hanno raccontato la propria storia, sofferenze, gioie e dolori in un misto di commozione ed orgoglio. Lo stesso presidente Davide Petruzzelli, ex malato onco-ematologico, si è esposto in prima persona proiettando un video sintesi della propria vita dedicato alla propria moglie e figlia, nel quale si trovano varie immagini di quando era in trattamento, per rafforzare il concetto che anche da esperienze difficili possono nascere buone cose. Cesare Cadeo, in diretta in collegamento audio, ha portato la sua testimonianza a supporto dell’amica Norma, testimonial del mese di luglio. Altri video proiettati hanno riguardato le attività della Lampada e la storia dell’associazione, a partire dai lavori di ristrutturazione della palazzina di via Dante fino alle partite degli Highlander.

PRESENTAZIONE UFFICIALE DEL NUOVO LOGO
Nel corso della serata è stato presentato il nuovo logo dell’associazione, realizzato in forma completamente gratuita da una primaria agenzia pubblicitaria milanese, che dopo circa 15 anni di onorato servizio, ha mandato in pensione il vecchio. Il nuovo logo ha mantenuto una continuità con il precedente, attraverso una grafica accattivante e innovativa ma riproponendo in parte i colori storici.

PREMIAZIONE DEI VOLONTARI
Come tradizione, anche quest’anno sono stati premiati i volontari che prestano servizio alla Lampada da 5 anni, che sono: Riccardo Bonalumi, Giovanni Fossati, Fausto Lavorini, Antonino Mazzarisi, Gianfranco Ronchi e Bruno Lupi Timini.

IL MESSAGGIO
La Lampada di Aladino vuole essere un messaggio di speranza. Negli ultimi anni sempre più persone, anche famose, fanno outing e raccontano la propria esperienza di malato oncologico. Ma non basta: servono anche le storie di persone comuni, che hanno sconfitto il cancro, per dare la forza di combattere a chi si è appena visto diagnosticare la malattia. Perché il tumore è una patologia seria, ma con l’aiuto di persone (professionisti e non) che stanno vicine a chi soffre, è possibile vincere.

E la Lampada di Aladino è pronta ad ascoltare, assistere e consigliare tutti i malati oncologici.

Alcune foto dell'evento:









 

 

   
www.lampada-aladino.it  
  EVENTI